I DOCENTI coinvolti nelle scorse edizioni

I anno 2010-11
Luigino Bruni,
Gianpietro Parolin,
Elisa Golin,
Alessandra Smerilli,
Riccardo Milano (Banca Etica),
Carlo Borgomeo (Fondazione con il sud),
Daniela Ropelato, Continua a leggere

FacebookTwitterGoogle+PinterestCondividi

3° Seminario invernale residenziale di Economia Civile – Martina Franca (TA)

Il 3° Seminario invernale residenziale della Scuola Mediterranea di Economia Civile si terrà il 11 e 12 Maggio 2013 , dalle ore 08.45 del sabato alle ore 12.00 della domenica presso c/o Casa San Paolo – Martina Franca (TA)

con la presenza del prof. Renato Ruffini (Univ. LUIC di Castellanza) per una lezione ed un confronto. Durante il seminario ci sarà spazio per delle testimonianze di imprenditori Continua a leggere

Conclusa la 3° edizione della Summer school Mediterranea di Economia Civile – di M. Silvestrini

La Summer School sul Corriere del Giorno – 15-8-2012 (Articolo originario integrale)
L’Economia Civile come nuovo modello di sviluppo economico per uscire dalla crisi articolo-corriere---Summer-

Conclusa la 3° edizione della Summer school Mediterranea di Economia Civile a Casa San Paolo per 50 giovani corsisti.

Cinquanta giovani fra i 20 ed i 30 anni, un gruppo di docenti di grande spessore scientifico, un luogo tranquillo dove apprendere e mettersi in discussione. Tutto questo è la “Summer school di Economia civile” giunta alla sua 3° edizione che si è svolta tra il 25 ed il 29 luglio, a Casa San Paolo, a Martina Franca Continua a leggere

Da Nord a Sud è sempre Economia Civile – di Elena Manigrasso

Conclusa la terza Summer School di Economia Civile di Martina Franca (TA)
Da Nord a Sud è sempre Economia Civile: c’è chi vuole dividere l’Italia e chi invece vuole unirla con i valori forti di fraternitè ed egalitè.
“Verso il nuovo modello di welfare civile; beni comuni e imprese di comunità”. Questo il tema della terza edizione della Summer School tarantina di economia civile 2012, ma l’entusiasmo è alle stelle come in quel primo corso del luglio 2010. I ragazzi sono arrivati da ogni parte del Meridione, chi col treno, chi con la macchina del papà, chi con quella comprata a rate con un po’ di sacrifici. Continua a leggere