Io sono tu: credereste di fare economia rispettando l’ambiente e voi stessi?

a cura dei partecipanti alla VII Summer School di Economia Civile (Gruppo TA-Vola di Economia civile)

Non si può fare la nostra felicità senza fare quella degli altri” è questo il leitmotiv della 7° edizione della Summer School di Economia Civile promossa dall’AMEC (Accademia Mediterranea di Economia Civile). Un gruppo di trenta giovani menti si è dato appuntamento a Martina Franca ( Ta ), dal 26 al 30 Luglio, per approfondire tematiche riguardanti un nuovo modo di fare economia che mette al centro l’uomo.

160727 Martina Franca Amec partecipanti 5 ridL’AMEC è una realtà aperta a chiunque abbia voglia di mettersi in gioco, esaltando le 160727 Martina Franca Amec partecipanti 4 ridpotenzialità del territorio che lo circonda e mettendo in relazione le forze che rispondono all’appello. Cooperazione, unione, fiducia, gratuità: queste sono solo alcune delle parole chiave di questa esperienza.

Credereste di fare economia rispettando l’ambiente e voi stessi?
Noi studenti dell’Accademia, incontrando personalità come i Proff. Luigino Bruni, Vittorio Pelligra, Johnny Dotti, lo scrittore-giornalista Alessandro Leogrande, e seguendo l’esempio di “imprenditori innovativi”, crediamo possibile realizzare un nuovo paradigma di business che abbia come obiettivo la sostenibilità economica realizzabile attraverso la conservazione dei genius-loci, la rigenerazione del territorio e le relazioni basate sulla fiducia. Un esempio? le B-Corp, come NATIVALAB, ovvero imprese for profit che utilizzano il business come forza positiva in risposta allo sconforto della crisi e alla massimizzazione del profitto.

160727 Martina Franca Amec partecipanti 3 ridUno degli elementi di forza del nostro territorio è Vincenza Monteforte, donna dotata di carisma e forte personalità, che non ha rinunciato ai propri sogni fondando una Galleria d’Arte aperta ad artisti, che siano acerbi scultori o veterani della pennellata.

Il bene comune rappresenta l’emblema della felicità: attraversa il Noi. Il rispetto ambientale è la strada per coltivare l’anima. L’ obiettivo? LA FELICITA’ PUBBLICA, intesa come premio della virtù legata alla vita in comune e alla fiducia nell’altro.

Questa esperienza ci ha permesso di riscoprire l’importanza del valore delle relazioni, dell’agire insieme passando dall’ IO al NOI, della convinzione di idee e competenze al fine di essere migliori per il mondo.

Se un uomo sogna da solo, il sogno resta un sogno, ma quando tanti uomini sognano la stessa cosa il Sogno diventa realtà” (Mons. Helder Camara).

FacebookTwitterGoogle+PinterestCondividi
Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *